venerdì 1 febbraio 2013

Path of Exile - Cinque buone ragioni per preferirlo a Diablo III

Etichette: ,



PoE è innovativo

Il maggior problema di molti cloni di Diablo è la loro natura profondamente derivativa. Anche per prodotti estremamente validi come i due Torchlight, dopo meno di un'ora di gioco sai già cosa fare e come farlo, con pochissime sorprese e in genere piuttosto marginali.
Si prova costantemente la sensazione di partire per una crociera e trovarsi invece fra le solite, calde mura di casa. Certamente è rassicurante e comodo, ma se era tua intenzione imbarcarti per un viaggio, un motivo ci sarà stato, no?
Path of Exile, invece, ti prende di peso dalla poltrona e ti ficca a forza su una nave. Aliena. Che vola fra le dimensioni. In cui le più importanti leggi della fisica funzionano al contrario. Dove le parole appena enunciate diventano cioccolata fondente al peperoncino.
Le novità o gli stravolgimenti alla struttura canonica degli Action Rpg sono infatti numerose.
Dico numerose per non spaventarsi (almeno non subito), ché PoE stravolge tutto: dall'albero delle abilità sconfinato, all'economia senza denaro (Sì, non esistono monete d'oro, ma soltanto il baratto. Sembra pazzesco, ma funziona), alle pozioni capaci di cambiare lo stile di gioco con centinaia di effetti magici disponibili, alle gemme che possono essere concatenate sugli oggetti per modificare le skill attive, al crafting che permette per gradi di trasformare una ridicola spadina "bianca" in una macchina semi-automatica di amputazioni, all'end game infinito grazie a decine di sfide settimanali a cui partecipare e alle mappe uniche (generate casualmente e con gradi di sfida estremi) che si sbloccano al massimo livello di difficoltà.

La carne al fuoco è tanta, insomma. Ma è facile adattarsi subito? Ne parliamo al prossimo punto.


PoE è complesso

Presente la sensazione straniante che si prova la prima volta che ti trovi di fronte all'albero delle abilità di Diablo II? Quel momento di puro panico in cui avevi un punto da spendere e non avevi la più pallida idea di dove allocarlo?
Ecco, immaginatevi invece di trovarvi di fronte a questa bestia qua:

Quei pallini colorati, che sembrano creare una mappa delle costellazioni, sono in realtà abilità passive. Sì. Ognuna. No, ogni classe può potenzialmente accedere a ognuna di esse. E no, una volta acquisite, non si torna indietro, a meno di non avere qualche misero punticino di respec. Sì, certo. Potete spaventarvi.

Ma non è finita qui, ovviamente, non ho nemmeno iniziato a farvi venire il mal di testa.
Ci sono le abilità attive, ragazzi miei, e non sono altro che gemme da incastonare su armi e armature, da recuperare come premi per le quest o come drop dai mostri. E queste gemme vanno poi collegate a pietre di supporto che ne aggiungano o potenzino gli effetti. E sono di colori diversi, quindi è necessario che i castoni sull'equipaggiamento siano giusti e collegati nella maniera consona alla vostra build.
Ah, dimenticavo: le gemme hanno livelli e punti esperienza come il personaggio, quindi è importante usarle il più spesso possibile per renderle davvero efficaci sulla lunga distanza.

Ovviamente, ma quasi suona banale visto il genere a cui Path of Exile appartiene, non è da dimenticare la vasta e letteralmente infinita offerta di equipaggiamento, con decine di suffissi e prefissi magici da selezionare accuratamente in base al proprio stile di gioco e alle proprie necessità.

Uno potrebbe pensare che sia tutto inutilmente complicato.
No, è solo complesso, con accezione per giunta positiva. Se si decide di studiare un po' le sue variabili e si ha la pazienza di sbagliare un paio di personaggi, il sistema permette di creare infinite possibilità di customizzazione della propria classe, evitando quella ridicola parata di cloni che tanto irrita su Diablo III. A meno che uno non ricopi la build di qualcun altro (e vi assicuro che è una pessima idea), è praticamente impossibile creare un personaggio uguale a un altro.
La soddisfazione di prendere per il collo Path of Exile e costringerlo ad ammettere che la tua Strega melee che tira martellate nelle gengive funziona alla grande, merita tutto il tempo passato a batterci la testa contro.

PoE è tecnicamente sopra la media del genere


Vero, artisticamente non vale un'unghia rispetto all'eccellente lavoro Blizzard con Diablo III, ma l'impatto grafico del titolo Grinding Gear Games è a tratti stupefacente, considerati poi i requisiti minimi non proprio da calcolatore NASA.
Gli effetti di luce all'aperto e al chiuso, gli shaders, i riflessi nelle superfici liquide e la complessità poligonale di personaggi e ambienti è anni luce avanti rispetto alla concorrenza. Il sistema d'ombre in tempo reale, l'alto contrasto, i neri molto pieni e l'utilizzo saggio del campo visivo, rende l'esplorazione dei dungeon estremamente inquietante e pericolosa.
E poi lo stile gotico, oscuro e decisamente poco incline all'esagerazioni estetiche li ritengo ulteriori punti a favore, con eroi che indossano armature sobrie e non sembrano delle antenne della televisione imbrattate di colore.



PoE è competitivo, ma anche no

Come ogni gioco complesso, innovativo ed estremamente basato sulle capacità del singolo, un gran numero di giocatori hardcore è migrato da altri titoli e generi per dimostrare di essere il migliore al mondo, specialmente dopo il fallimento della scena competitiva su Diablo III.
Molti guru degli Action Rpg e degli MMO, dopo aver annusato le qualità di PoE, hanno iniziato a offrire streaming giornalieri e tutorial su youtube per migliorare il proprio stile di gioco. Tuttora vengo a conoscenza di meccaniche o combinazioni di abilità che non pensavo potessero funzionare.
Chi vuole prendere PoE come una sfida, avrà pane per i suoi denti nelle competizioni e classifiche settimanali, trovandosi di fronte una concorrenza feroce ed estremamente competente, sia nel PvE sia nel PvP.



E per gli altri? Per gli altri non ci sono comunque problemi; il titolo scala perfettamente in base alle proprie necessità. Si può giocare anche una manciata di ore alla settimana con i propri amici e non si perde assolutamente niente, visto che PoE riesce a gratificare ed essere divertente anche a livelli bassi, senza per questo diventare piatto o troppo facile.

PoE è totalmente gratuito e aperto a tutti

Esatto, Path of Exile non vi costerà un centesimo. Basta andare sul sito, scaricare il client, installarlo e il gioco è letteralmente fatto.
Nonostante sia un free to play con un modello economico basato sulle microtransazioni, cioè presenta la possibilità di pagare con denaro reale alcuni servizi aggiuntivi, vi assicuro che potrete giocare centinaia di ore senza buttare via neanche un euro e non sentirete in alcun modo la sensazione di provare una versione monca, anzi.
Vi consiglio di darci un occhio e provarlo: abbandonare Sanctuary e abbracciare Wraeclast vi assicuro sarà una scelta tutt'altro che sbagliata.


Spargi il tuo Amore, condividi l'articolo

Post correlati

16 Response to Path of Exile - Cinque buone ragioni per preferirlo a Diablo III

Frollo
1 febbraio 2013 18:10

Path of Exile a me non ha mai inviato il codice per l'open beta. Ed io lo odio per questo.

Lokeebot
1 febbraio 2013 18:18

Caspita, fai bene ad essere bello pienotto di ira!
L'iscrizione l'ho fatta in closed beta, quindi ora non saprei come funzioni l'accrocchio ora che è aperta a tutti (non pensavo fosse nemmeno necessario attendere una chiave, pensa tu).
L'unica cosa che mi viene in mente, oltre a maledirli in tutte le lingue conosciute, è provare a usare un'altra mail per l'iscrizione o contattare il supporto tecnico. Ma soprattutto maledirli.

3 febbraio 2013 02:06

dopo aver letto l'articolo oggi, mi sono iscritto ed ho scaricato il client. Non ho avuto bisogno di nessun codice, e devo dire che dopo 2 ore di prova sono parecchio conturbato. Mi piace molto ,anche se molte cose mi sembra scopiazzate pare pare da diablo 2. Cosa non necessariamente malvagia visto che ho adorato quel gioco.

P.S: ho letto su un altro sito che al giorno del lancio (29 gennaio) hanno avuto problemi con i server per una doppia causa. Ovvero un imprevisto afflusso di gente che ha saturato i server e un attacco di Ddos (si scrive cosi?) da parte di hacker

Lokeebot
3 febbraio 2013 14:08

Per gli hacker non saprei, sicuramente hanno avuto problemi di stabilità dei server. In proporzione al budget e alla forza lavoro, però, è stato decisamente più indolore del lancio di Diablo III.

Frollo
4 febbraio 2013 14:28

Ho confuso Open Beta con closed Beta. Colpa mia.
Rimane il fatto che li odio comunque.

Lokeebot
4 febbraio 2013 14:33

Io gliela farei pagare giocandoci TANTISSIMO. Così capiranno il madornale errore che hanno commesso non permettendoti di metterci le mani sopra prima.

Anonimo
7 maggio 2013 10:58

Pretty! This has been an extremely wonderful post. Thank you for providing this info.


Also visit my blog post Path of Exile Wraeclast

Anonimo
7 maggio 2013 11:59

Hi there! This article could not be written any better! Looking
at this article reminds me of my previous roommate!
He constantly kept preaching about this. I am going
to forward this article to him. Pretty sure he'll have a great read. I appreciate you for sharing!

my site ... Paper Please Gameplay

Anonimo
7 maggio 2013 12:55

What's up, this weekend is good for me, since this moment i am reading this enormous informative paragraph here at my home.

My web page ... Wireless Redstone

Anonimo
7 maggio 2013 15:28

I really like reading through a post that
will make people think. Also, thank you for allowing for me to comment!


Feel free to visit my blog post: Minecraft Part 1

Anonimo
7 maggio 2013 16:31

Sweet blog! I found it while browsing on Yahoo News.
Do you have any suggestions on how to get listed in
Yahoo News? I've been trying for a while but I never seem to get there! Thanks

Here is my web page Bukkit Guide

Anonimo
7 maggio 2013 17:41

I'm not sure why but this weblog is loading very slow for me. Is anyone else having this problem or is it a problem on my end? I'll check back later and see if
the problem still exists.

My web site; Gameplay

Anonimo
7 maggio 2013 18:57

Hey There. I found your blog using msn. This
is an extremely well written article. I will make sure to bookmark it and come
back to read more of your useful info. Thanks for
the post. I will definitely return.

Feel free to visit my site :: Bukkit Minecraft

Anonimo
7 maggio 2013 22:41

Hello would you mind stating which blog platform you're using? I'm
planning to start my own blog soon but I'm having a difficult time making a decision between BlogEngine/Wordpress/B2evolution and Drupal. The reason I ask is because your layout seems different then most blogs and I'm looking for something completely unique.
P.S My apologies for getting off-topic but I had to ask!

Also visit my blog post - adwords tutorial 2013

Anonimo
13 maggio 2013 13:59

Yes! Finally something about Minecraft Tutorials.


My webpage - Bukkit Server Tutorial

Anonimo
14 maggio 2013 20:02

Very shortly this site will be famous amid all blogging users, due
to it's good articles or reviews

Also visit my web blog - Minecraft 1.5 Part 1

Posta un commento